La nave della Sila
 
 

2010

partenze senza ritorno

Questo incontro è dedicato a tutti coloro che hanno vissuto la sofferenza della partenza e del distacco. L’occasione ci viene data, dalla celebrazione, ad un anno esatto dalla scomparsa, di Anna Monte di Frascineto, insignita dell’Onorificenza di Cavaliere al Merito dell’Ordine della Repubblica Italiana, conferitale dal Presidente della Repubblica e consegnata dal prefetto di Cosenza il 2 giugno 2009.
Gli eredi, Tommaso, Salvatore e Andrea Ferrari hanno voluto donare l’Onorificenza al Museo La Nave della Sila, perché, con il suo ricordo ed esempio, possa dare voce al dolore di tutte quelle mogli e madri che hanno vissuto con estrema sofferenza e difficoltà di ogni genere, la triste epopea dell’emigrazione.
In questa occasione vogliamo anche ricordare i drammatici movimenti migratori delle genti partite da San Giovanni in Fiore raccontate nel libro di Vincenzo Gentile, La Calabria strappata, l’emigrazione transoceanica dal sogno americano all’incubo di Monongah, LibrAre, 2009           Introduce VITTORIO CAPPELLI,docente di storia contemporanea, Università della Calabria.          Intervengono: TOMMASO FERRARI e VINCENZO GENTILE Conclude: il presidente della Provincia di Cosenza, MARIO OLIVERIO

19/8/2010

la stampa dell'emigrazione

Presentazione del volume di Pantaleone Sergi, Stampa Migrante, Giornali della diaspora italiana e dell’immigrazione in Italia, Rubbettino, 2010     La stampa etnica ebbe il suo massimo splendore all’apice della presenza italiana nei singoli paesi di emigrazione. Fogli di ogni tipo, periodicità e orientamento, dall’Ottocento in poi sono apparsi laddove le navi conducevano ogni settimana migliaia di disperati partiti in cerca di una nuova vita e di una patria di adozione. Anche gli immigrati in Italia hanno dato vita a una loro stampa. In questo volume viene condotta un’indagine “a specchio”, che può aprire nuovi spunti e inediti scenari di analisi per la storiografia sui movimenti migratori di massa, tra le pagine ingiallite dei periodici dell’emigrazione italiana e quelle fresche dell’inchiostro dell’immigrazione in Italia.                              Con l’autore, docente di Storia del Giornalismo all’Università della Calabria, intervengono
DANIELE GAMBARARA, ordinario di filosofia del linguaggio all’Università della Calabria, GIUSEPPE MASI, direttore dell’Isitituto calabrese per la storia dell’antifascismo e dell’Italia contemporanea.

Segue proiezione del documentario tratto da che tempo che fa del 20 maggio 2009
Erri De Luca al cimitero di Lampedusa racconta l’immigrazione di ieri e di oggi.

25/8/2010